La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

Barzellette e battute: humor nero

Anche le pecore, nel loro pascolo, ridono rotolandosi nell'erba

Steve e Peter
Peter sta morendo e dice al socio in affari, che sta in piedi vicino al suo letto: "Steve, non posso morire senza dirti che socio corrotto sono stato. Mi sono appropriato di più di un milione di dollari della compagnia e ne ho avuto un altro milione vendendo segreti ai nostri avversari. Ho persino licenziato la segretaria, perchè sapevo che era innamorata di te". "Non preoccuparti - disse Steve. - Sono io che ti ho avvelenato."

Funghi
Due amici si vedono dopo anni: "Oreste, come stai?". "Non troppo bene, Luigi, sono sfortunato con le donne, non riesco ad avere una vita sentimentale tranquilla, proprio il mese scorso mi sono sposato per la quarta volta". "E le altre tre mogli?". "Sono morte!". "E come sono morte?". "Alla prima piacevano tanto i funghi, una volta ne ha mangiato uno avvelenato e non c'e' stato niente da fare, e' morta subito. "E le altre?". "Anche alla seconda piacevano tanto i funghi. Ha fatto la stessa fine". "Non mi dirai mica che anche la 3a moglie e' morta avvelenata dai funghi?". "No Luigi, la terza e' morta dalle botte che le ho dato perche' non voleva mangiare i funghi!".

Esame finale
La CIA deve inviare in missione segreta un killer, e dopo una durissima selezione restano tre candidati, due uomini ed una donna. Al primo dei due uomini viene proposta la prova finale: "Prendi questa .45 e vai nella stanza accanto, troverai tua moglie seduta su una sedia, entra e uccidila!!" "Ma - obbietta l'uomo - non potete chiedermi di uccidere mia moglie!!! Mi rifiuto di farlo!!" "Peccato - dice l'esaminatore - questa prova era per valutare il tuo livello di obbedienza agli ordini, e l'hai fallita!!" Viene fatto entrare il secondo uomo, e anche a lui viene detto: "Eccoti un'automatica .45, nella stanza accanto c'e tua moglie seduta su una sedia, entra e ammazzala!!" L'uomo prende la pistola, entra nella stanza, ci rimane qualche minuto poi esce stravolto "Non posso!! Non posso farlo!!!! Non posso uccidere mia moglie!!! "Anche tu non sai obbedire agli ordini, non sei affidabile, vattene!!!" Viene fatta entrare la donna, anche a lei viene data l calibro .45 con gli stessi ordini "Entra nella stanza accanto, tuo marito e' seduto su una sedia e tu devi ucciderlo!!! La donna entra nella stanza, e prima ancora che la porta si sia chiusa si sentono degli spari BANG BANG BANG BANG... poi ancora BANG BANG BANG BANG BANG.... poi ancora sino a finire il caricatore da 13 colpi... poi si sentono urla, rumore di lotta e di mobili sfasciati... poi il silenzio. La donna esce dalla stanza, butta per terra la pistola e esclama "Questi proiettili di merda erano a salve, ho dovuto ammazzare il bastardo a colpi di sedia!!!"

Piccolo, piccolo Bush
Il presidente George Bush vuole aumentare la sua popolarità. Arriva in una scuola elementare e spiega il suo piano di governo. Chiede nel frattempo che i bambini facciano delle domande .. Il piccolo Bob chiede la parola: Signore, ho tre domande: 1. Perché perdendo le votazioni alle urne Lei ha vinto le elezioni? 2. Perché desidera attaccare l'Iraq senza motivo? 3. Lei non pensa che la bomba di Hiroshima fu il peggior attacco terroristico della storia? In quel momento suona la campanella dell'intervallo e tutti gli alunni escono dall'aula. Al ritorno, Bush invita nuovamente i bambini a fare delle domande e Joey gli chiede: Ho cinque domande da farle: 1. Perché perdendo le votazioni alle urne Lei ha vinto le elezioni? 2. Perché desidera attaccare l'Iraq senza motivo? 3. Lei non pensa che la bomba di Hiroshima fu il peggior attacco terroristico della storia? 4. Perché la campanella dell'intervallo ha suonato 20 minuti prima? 5. Dov'è Bob?

Funghi
Un vedovo chiama il suo amico e gli dice: " Ho appena seppellito la mia seconda moglie e ho giurato che non mi risposerò mai più". " E un peccato - dice l'amico, - parlare di queste cose aiuta. So che la tua prima moglie è morta per aver mangiato funghi velenosi, ma che cosa è successo alla seconda?" " Le hanno sparato" risponde l'uomo " Sparato! - esclama l'amico. - E' orribile." " Si - dice il vedovo, - non voleva mangiare i funghi."

Sosia
Il segretario addetto alla sicurezza irachena convoca i 400 sosia di Saddam: "Ho una notizia buona e una cattiva" dice loro. "La buona notizia: Saddam e' ancora vivo". "La cattiva notizia: ha perso un braccio".

Di tutto
Due barboni s'incontrano dopo tanto tempo. Uno entusiasta racconta all'altro: "L'altra notte stavo dormendo alla stazione quando vengo svegliato di soprassalto da un gran rumore. Vado a vedere e cosa ti trovo? Una donna legata sui binari!". "E tu cos'hai fatto?" chiede l'altro. "Niente," risponde "l'ho slegata ed abbiamo iniziato a fare di tutto, glielo messo davanti di dietro...". "E i bocchini? li faceva i bocchini?" chiede l'altro emozionato. "No purtroppo la testa non l'ho trovata..."

Altalenando sotto tiro
Sarajevo, impossibile uscire da casa: i cecchini sono pronti a sparare a chiunque. Incredibilmente un abitante esce da casa e riesce a costruirsi nel bel mezzo di una piazza deserta un'altalena. Finita di costruirla vi sale e comincia a dondolarsi. Dalle case tutti gli gridano: "Pazzo! Torna a casa! Possono ucciderti!". E lui: "State scherzando? E' bellissimo! Guardate quel cecchino: a furia di seguirmi gli sta girando la testa!".

Menù cannibale
Villaggio dei cannibali, la mamma alla figlia: "Oggi tuo padre ha catturato più di 1000 nemici; domani ti faccio la pasta con i piselli!"

Necrologi
Ci sono due vecchietti che ogni mattina, si ritrovano davanti ad un muro a cui sono affissi dei manifesti funebri e, ogni mattina uno dice all'altro: "Vedi!Anche oggi noi non ci siamo". La scena si ripete varie volte, fino a che uno dei due muore. Il giorno dopo, l'altro ritrovandosi da solo davanti al muro esclama: "Proprio oggi che ce l'hanno messo non è venuto?"

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.