La Pecora Sclera

Barzellette e battute

Anche le pecore, nel loro pascolo, ridono rotolandosi nell'erba

L'archivio di barzellette de La Pecora Sclera

La Pecora Sclera ha reclutato diversi collaboratori per dare la caccia sul web alle migliori (ma anche alle peggiori) barzellette che l'Italia ci offre. Sono state catalogate più di 1000 barzellette e il numero è in continua crescita. Insomma, una risata o due su queste pagine ve la farete di sicuro.

Il maestro è disperato perché i ragazzi sono indisciplinati. "Ora basta" dice "Pensavo di insegnare a ragazzi intelligenti, con cui si può ragionare, ma mi sbagliavo. Se c'è qualche sciocco in questa classe, è ora che si alzi subito in piedi!"
Nessuno si muove. Dopo qualche minuto, uno dei ragazzi si alza. "Perchè ti sei alzato?" chiede il maestro. "Mi dispiaceva vederla lì in piedi da solo!".

Leggi le barzellette a tema: a scuola
Due amici. Il primo ordina un thè. Il secondo: "Prendo un thè anch'io ma mi raccomando, che la tazza sia pulita". Passa qualche istante e il cameriere torna con le ordinazioni: "Ecco i thè. Chi dei due ha ordinato la tazza pulita?"

Leggi le barzellette a tema: al bar
Un barbone ruba una gallina per sfamarsi e va sulle rive di un fiume per mangiarla. Accende un fuocherello, tira il collo alla gallina e comincia a spennarla. All'improvviso arriva un vigile, il barbone butta subito la gallina nell'acqua, ma il vigile, avendolo notato: -Cosa ha buttato nell'acqua? -Nell' acqua? Io? Niente, perchè? -E allora cosa sono tutte queste penne? -Niente... c'era una gallina che si voleva fare un bagno e m'ha detto se gli davo un'occhiata ai vestiti.

Leggi le barzellette a tema: animali
Una mattina alle 8 un carabiniere va dal carrozziere dicendogli che ha chiuso la macchina con dentro le chiavi. Carrozziere: Ha per caso lasciato aperto un paio di centimetri il finestrino? Carabiniere: Si! Si! Carrozziere: Bene, senta, le faccio un gancio con una bacchetta di ferro in modo che lei alzando il pimpinello della portiera, riesce ad aprirla... Passano quindici minuti e dal carrozziere entra il suo operaio, in ritardo: Scusa il ritardo ma sono dieci minuti che stò guardando un carabiniere che cerca di aprire la portiera della macchina con un gancio e non ce la faccio più dal ridere... Carrozziere: Cosa ridi? Gliel'ho fatto su io il gancio... Operaio: Non rido per il carabiniere ma rido per il suo collega che da dentro la macchina gli dice: un pò a sinistra... no, no, un pò a destra...

Leggi le barzellette a tema: carabinieri
Una coppia viene invitata ad una festa mascherata. Lei però, colpita da una terribile emicrania, chiede al marito di andare alla festa da solo. Così lui prende il suo costume e va. La moglie però, dopo aver dormito un’oretta e sentendosi meglio, decide di raggiungerlo. Sicura del fatto che il marito non conosce il suo costume, decide di divertirsi osservando come si comporta quando e’ solo. Giunta alla festa, scorge suo marito mascherato in pista a ballare e civettare con tutte quelle che incontra. Lei decide allora di vedere fino a che punto può arrivare ed inizia a stuzzicarlo con insistenza. Alla fine lui non resiste, la trascina in uno stanzino buio e se la tromba di brutto. Senza dire nulla né levarsi la maschera i due si allontanano; lei perfidamente corre a casa, nasconde il vestito e si fa ritrovare nel letto per vedere come si comporta lui al ritorno. Quando lui rientra, lei fingendosi appena risvegliata gli chiede come è andata. Lui le fa, “Come al solito, lo sai che senza di te non mi diverto mai”. Allora lei insiste, “Hai ballato molto?” E lui ribatte, “Te lo giuro, non ho ballato nemmeno una volta. Appena sono arrivato ho incontrato Pietro, Antonio, Giovanni ed altri amici, siamo subito saliti in mansarda ed abbiamo giocato a poker tutta la sera, non ho nemmeno sentito la musica, anche se credo sia stata una bella festa perché il tizio a cui ho prestato il costume mi ha assicurato di essersi divertito da matti!!!”

Leggi le barzellette a tema: donne e uomini
Una vecchietta si trova a letto con la febbre e chiama il suo medico. Dottore non mi sento bene ho la febbre alta! Il medico le chiede: Senta, le battono per caso anche i denti? La vecchietta: Aspetti un secondo che guardo...no, sono fermi sul comodino.

Leggi le barzellette a tema: dottore, dottore!
Il dottore al paziente: "Ho una cattiva notizia per lei: ha il cancro". "E si può guarire?". "Temo di no". "Che debbo fare?". "Provi con i bagni di fango". "E posso guarire?". "No, ma si abituerà alla terra...!".

Leggi le barzellette a tema: humor nero
Un pazzo cammina per strada fermandosi ogni dieci passi per battere forte le mani e poi riprendere a camminare. Un signore, incuriosito, gli domanda come mai si comporta così. Il pazzo risponde: “Per spaventare gli elefanti!”
“Ma in città non ci sono elefanti!”
“Hai visto? Funziona!”

Leggi le barzellette a tema: in manicomio
Disoccupato: "Buongiorno dottore, sono senza lavoro e, per giunta, sordo. La prego mi assuma nella sua ditta!" Commendatore: "Ha detto che è sordo?" Disoccupato: "Come?" Commendatore (urlando): "Ho detto se è sordo?" Disoccupato: "Sì!" Commendatore: "Va bene, domani prenderà servizio all'Ufficio Reclami!"

Leggi le barzellette a tema: in ufficio
Un project manager, un programmatore e un operatore di computer stanno guidando lungo la strada quando scoprono di avere una ruota a terra. I tre uomini provano a risolvere il problema. Il project manager disse: "Raggiungiamo una cabina telefonica e in dieci minuti saremo a destinazione". Il programmatore disse: "Abbiamo qui il libretto delle istruzioni. Posso facilmente rimpiazzare la ruota bucata così continueremo il nostro viaggio". L'operatore di computer disse: "Prima di tutto, spegnamo il motore e riaccendiamolo. Forse il problema si risolverà. Improvvisamente un ingegnere informatico della Microsoft passò di lì e disse: "Provate a spegnere la macchina, chiudete tutte le finestre, poi risalite e provate ancora".

Leggi le barzellette a tema: informatica
In una base militare c`è un soldato di leva, Rossi, che è il bersaglio degli scherzi dei compagni. Durante il suo periodo di permanenza nella base gli vengono appioppati turni di guardia extra, punizioni su punizioni, gavettoni e un sacco di altre nefandezze. Nonostante tutto ciò, però, Rossi subisce in silenzio, stoico e paziente, senza neanche avvisare i superiori.
Verso la fine del periodo di leva, quindi, il caporale avvicina il soldato Rossi e gli dice: "Basta, la piantiamo di farti tutti `sti scherzi: non ci dai soddisfazioni! Ma mi spieghi come sei riuscito a sopportare tutto ciò che ti abbiamo fatto in questo periodo?"
Rossi accenna un sorrisetto tra il maligno e il serafico, quindi risponde: "Avete detto che la finite? Bene, da domani smetto di cagare nel minestrone..."

Leggi le barzellette a tema: militari
La mattina di Natale a casa Rossi è riunita tutta la famiglia con tanti bambini.
Allora dice Babbo Natale: "chi di voi ha sempre ubbidito alla mamma?".
E i bimbi in coro: "il papà".

Leggi le barzellette a tema: natalizie
Una maestra della prima elementare ha dei problemi con uno dei suoi allievi. La maestra domanda: "Pierino, qual è il problema?". Pierino risponde "Sono troppo intelligente per stare in prima. Mia sorella fa la terza ed io sono più intelligente di lei ! Credo che dovrei andare anche io in terza !". La maestra ne ha abbastanza. Porta Pierino nell'ufficio del direttore. Mentre Pierino aspetta nel corridoio la maestra spiega la situazione al direttore. Il direttore dice alla maestra che metterà il ragazzo alla prova: gli farà una serie di domande, se lui sbaglia una qualsiasi delle risposte dovrà tornare in prima e comportarsi bene. La maestra è d'accordo. Pierino viene fatto entrare, gli vengono spiegate le condizioni e lui accetta di sottoporsi alla prova. Direttore "Quanto fa 3 x 3 ?". Pierino: "9". Direttore: "Quanto fa 6 x 6 ?". Pierino: "36". E così via con ogni domanda che il direttore presuppone che un allievo della terza debba conoscere. Il direttore guarda la maestra e le dice "credo che Pierino possa andare in terza". La maestra dice al direttore "Posso fargli io qualche domanda ?" Il direttore e Pierino acconsentono. Maestra: "Una mucca ne ha quattro ma io ne ho solo due, che cosa sono ?". Pierino: "Le gambe". Maestra "Cosa c'è nei tuoi pantaloni ma non c'è nei miei ?". Il direttore si domanda come mai la maestra faccia una simile domanda! Pierino: "Le tasche". Maestra "Che cos'è che inizia per 'C', finisce per 'O', è peloso, saporito e contiene un liquido biancastro ?" Gli occhi del direttore si spalancano prima che lui possa fermare la risposta... Pierino: "il cocco". Maestra "Che cos'è che entra duro e rosato ed esce molle ed appiccicoso ?". Pierino: "la gomma da masticare". Maestra "Che cos'è che un uomo fa in piedi, una donna da seduta ed un cane su tre gambe ?". Gli occhi del direttore si spalancano ancora di più prima che lui possa fermare la risposta... Pierino: "stringere la mano". Maestra "Ora ti farò alcune domande del tipo 'Chi sono iò, d'accordo ?". Pierino: "D'accordo !". Maestra "Infili dei paletti dentro di me. Mi leghi a terra prima di montarmi. Sono bagnata prima che tu abbia finito". Pierino: "la tenda". Maestra "Un dito entra dentro di me. Giochi con me quando ti annoi. Rimango con te per tutta la vita". Il direttore guarda irrequieto e teso ma... Pierino: "l'anello nuziale". Maestra "Esisto in diverse misure. Quando non sto bene sgocciolo. Quando mi togli il liquido ti senti bene". Pierino: "il naso". Maestra "Ho un corpo affusolato e rigido. La mia punta è penetrante. Sto spesso in un astuccio". Pierino: "la freccia". Maestra "Quale parola inzia con 'SC', finisce con 'E' e significa un sacco di divertimento?". Pierino: "scherzare". Il direttore tira un sospiro di sollievo e dice alla maestra: "Sbattilo in quinta : le ultime dieci risposte le ho sbagliate persino io!"

Leggi le barzellette a tema: Pierino
Una vecchietta, entrata in cabina da un bel pò di tempo non accenna ad uscire... il presidente del seggio la richiama per farla uscire....la vecchietta gli risponde che sta aspettando le altre tre persone e il presidente domanda: "per fare che cosa?" e lei: "per piegare le schede.. Qui sulle mie c'é scritto da piegare in quattro".

Leggi le barzellette a tema: politica
Un ebreo, di nome Giacobbe, si trova in cattiva situazione economica, per cui entra nella sinagoga e prega Dio: "Dio, per favore, aiutami, fammi vincere una lotteria, una qualsiasi delle tante che ci sono. Così sistemo i miei affari e la mia famiglia". Viene il giorno dell'estrazione, ma in nostro amico non vince. La settimana dopo ritorna nella sinagoga: "Dio, per favore, sono disperato, se non vinco sono rovinato, io, mia moglie e i miei figli. Fammi vincere alla lotteria". Ma anche questa volta non vince nulla. Così la storia si ripete per varie settimane senza che l'ebreo vinca nulla. Un giorno dopo l'ennesima preghiera nella sinagoga Dio si fa vivo con lampi e tuoni ed esclama: "Giacobbe, insomma, io ti voglio aiutare, ma vienimi incontro: compra un biglietto!".

Leggi le barzellette a tema: preti. suore e co.
Cenerentola vuole andare al ballo al castello del Principe e chiede il permesso alla fatina che lo concede a patto di tornare prima di mezzanotte, altrimenti la sua cosina si trasformerà in un'anguria. Cenerentola l'anguria non sa nemmeno cosa sia, ma dice di sì e va alla festa. Qui lei ed il principe ballano, poi Cenerentola lo prende da parte e gli dice: "Dai, andiamo a farci le coccole; io devo tornare a casa presto". "No aspetta, devo intrattenere gli ospiti". Passano le ore; sono passate le 11 ed ancora il principe non si decide: troppi sono gli impegni di corte. Cenerentola vede che il tempo passa ed è sempre più preoccupata. Ad un certo punto il principe fa fare silenzio nella sala e dice: "Come sapete sono di ritorno dall'oriente, ed ho portato un frutto nuovo ed esotico! Si chiama anguria". E la mostra in un gran vassoio d'argento. Cenerentola guarda l'anguria, si guarda fra le gambe e dice sottovoce al principe: "Dai principe, andiamo! Devo tornare a casa prestissimo". E il principe sottovoce: "Proprio adesso? Aspetta un momento, lo vedi che tutti ci guardano!". Ed il principe continua: "Ed ora vi faccio vedere come si mangia l'anguria!". Taglia una gran fetta, ed avidamente se la mangia tutta mordendola e leccandola. Tutti sono felici, e mentre tutti si avvicinano all'anguria, il principe prende in disparte Cenerentola e le fa: "Cosa mi dicevi? A che ora devi tornare a casa?". E Cenerentola: "Mah, alle tre, le quattro...".

Leggi le barzellette a tema: sporche e sporchissime
Il mister grida rivolto al suo "centro-panchinaro di sfondamento": - Girati e tira! Non come domenica scorsa che prima hai tirato e poi ti sei girato... ottanta metri di autogol!!!

Leggi le barzellette a tema: sport
Scenario: macerie fumanti. Personaggi: due marziani con maschera antigas, il grande tiene per mano il piccolo: - Papà, ma come finì il pianeta terra? - I Talebani stavano trattando, poi Berlusconi per sdrammatizzare raccontò quella barzelletta dell'araba pompinara...

Leggi le barzellette a tema: su Berlusconi
Del Piero e Totti si trovano nel corridoio dell'Istituto CEPU per l'intervallo . Totti: "Ciao Alex come stai, te vedo un pò triste stamatina." Del Piero: "Eh si, ho preso un brutto voto in scienze, porca troia!!" Totti : "Perchè, che hai sbagliato?" Del Piero : "Una domanda facile, ma sai quando sei li davanti al prof ti viene la cagarella. Mi ha chiesto il nome di VOLTA ed io non ho saputo rispondere, cazzo!!" Totti : "Ma dai, lo so io che non studio mai, è 'mpossibile cannà na domanda der genere!" Del Piero : "Davvero tu sai come si chiamava il signor VOLTA?" Totti : "Minchia se o so, GIONTRA!!"

Leggi le barzellette a tema: su Totti
La mamma divorziata e risposata chiede al figlio: - Allora, com'è andata con il tuo nuovo babbo mentre ero via? - Bene, mamma. Ogni mattina mi portava in barca al centro del lago e poi mi lasciava tornare a nuoto. - Ma non era una nuotata troppo lunga per te? - No, mamma, andava bene. La parte difficile era solo all'inizio, quando dovevo uscire dal sacco...

Leggi le barzellette a tema: varie
smile violinista

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.