La Pecora Sclera

Barzellette e battute

Anche le pecore, nel loro pascolo, ridono rotolandosi nell'erba

L'archivio di barzellette de La Pecora Sclera

La Pecora Sclera ha reclutato diversi collaboratori per dare la caccia sul web alle migliori (ma anche alle peggiori) barzellette che l'Italia ci offre. Sono state catalogate più di 1000 barzellette e il numero è in continua crescita. Insomma, una risata o due su queste pagine ve la farete di sicuro.

Un tizio ha un problema: tutte le volte che si addormenta sogna uno gnomo che gli dice: "E fai pipì! E fai pipì!...". E allora lui Psssssss... si piscia sotto a letto.
Un giorno va dal dottore e gli dice: "Dottore, tutte le volte sogno uno gnomo che mi incita a pisciare, e io me la faccio sotto...". E il dottore: "E lei gli dica NO, con sicurezza!".
Quella notte, di nuovo lo gnomo: "E fai pipì!", e lui "NO!", e lo gnomo "E fai pipiiiì!", e lui "NOO!!", e lo gnomo "E fai la pipiiiii!!" e lui "NOOOOO!!!", e lo gnomo: "E allora vai a cagare!".

Leggi le barzellette a tema: a scuola
Un anziano pensionato, ex dipendente statale, muore e la sua anima vola in cielo. Si presenta alle porte del paradiso dove l'accoglie San Pietro e dice: “Senta, usciere, io sono un ex statale e, non mi importa dove, ma vorrei essere messo assieme ai miei ex colleghi”.
San Pietro gli risponde che non ci sono ex statali in quel posto e di provare al piano di sotto, in purgatorio. E così l'anima scende e si presenta in purgatorio dove però gli viene risposto che nemmeno li ci sono ex statali e di provare al piano di sotto, all'inferno. La povera anima, mestamente, scende al piano inferiore dove Lucifero, dopo lunghe ricerche, gli risponde: “Guardi, buon'anima, qua di ex statati non ne sono mai venuti. Provi a cercarli al piano di sotto, li troverà sicuramente tutti al bar!”.

Leggi le barzellette a tema: al bar
- Io faccio un lavoro faticoso, faccio lo scaricatore al porto e tu?
- A-a-a-nche i-i-io fa-fa-faccio un la-la-voro fa-fa-ticoso
- E che fai?
- A-a-a-allevo ga-ga-ga-lline
- Ma non è faticoso!
- A-a-a-spetta, la mama-ttina a-a-apro la ga-ga-bbia e fa-faccio lo-loro co co co e que-que-quelle escono.
- Scusa ma dov'è la fatica?!
- A-a-a-spetta, la se-se-sera le-le-le fa-fa-faccio rientrare e u-u-una pe-pe-per u-u-na faccio loro chi chi chi e-e-e que-que-quelle ri-ri-entrano u-u-una pe-pe-per u-u-na.
- Ma non mi sembra affatto faticoso!
- A-a-a-spetta, a-a-alla fi-fi-fine c'è-c'è-c'è nè u-u-u-na stro-stro-stronza che-che-che non vuole ri-ri-rientrare, gli fa-fa-faccio chi chi chi ma-ma-ma ni-ni-niente. A-a-alla fine mm-m-m'incazzo e di-di-dico "M-m-m-ò m'hai pro-pro-prprio ro-ro-rotto i co-co-co ...."
e-e-e-e m-m-mi ri-ri-riescono tu-tu-tutte le-le-le a-a-a-altre ga-ga-ga-lline!!

Leggi le barzellette a tema: animali
Un carabiniere viene ricoverato all'ospedale militare del Celio di Roma perché accusa dei forti dolori intestinali. All'ora di cena gli portano in corsia un vassoio con del brodo vegetale che però lui rifiuta di mangiare. L'indomani mattina il medico di turno fa il suo giro di visite e dopo aver esaminato il carabiniere gli diagnostica una acuta forma di stitichezza per la quale decide di prescrivergli un clistere da mille millilitri. Il clistere ha l'effetto desiderato e già dopo un paio di giorni il carabiniere può riprendere regolare servizio. Un collega gli da il bentornato: - Allora, come è andata al Celio? - Bene! Comunque ti do una dritta... semmai dovessi essere ricoverato lì, vedi di mangiarti il brodo sennò il giorno dopo te lo infilano su per il culo!!!

Leggi le barzellette a tema: carabinieri
COSA SI DEVE DARE AD UN UOMO CHE PENSA DI AVERE TUTTO? -Una donna per spiegargli come funziona! PERCHE' LE VEDOVE NERE AMMAZZANO IL MASCHIO DOPO L'ACCOPPIAMENTO? - er non sentirlo russare... PERCHE' DIO HA CREATO L'UOMO? - erché i vibratori non tagliano l'erba... PERCHE' MOLTE DONNE FINGONO L'ORGASMO ? -Perchè molti uomini fingono i preliminari PERCHE' SOLO IL 10% DEGLI UOMINI VA IN PARADISO? -Perché se ci andassero tutti sarebbe l'inferno! QUAL E' LA DIFFERENZA TRA GLI UOMINI ED I MAIALI? - maiali non diventano uomini quando hanno bevuto QUAL E' LA DIFFERENZA TRA UN UOMO ED UN PAPPAGALLO? - d un pappagallo puoi insegnare a parlare a modo. COS'E' CHE LE DONNE ODIANO DI PIU' QUANDO STANNO FACENDO SESSO DI BUONA QUALITA'? -Cara, sono rientrato... PERCHE' GLI UOMINI A LETTO SONO COME IL CIBO SCALDATO NEL MICROONDE? -30 secondi ed è tutto fatto! COSA E' SUCCESSO A QUELLA DONNA CHE E' RIUSCITA A CAPIRE GLI UOMINI? -E' morta dalle risate e non ha avuto il tempo di raccontarlo a nessuno... PERCHE' GLI UOMINI HANNO LA COSCIENZA PULITA ? -Perché non la usano mai.. QUAL E' IL LIBRO PIU' SOTTILE DEL MONDO? -"Tutto ciò che gli uomini sanno sulle donne" QUAL E' LA DIFFERENZA TRA GLI UOMINI E LA FRUTTA? - a frutta prima o poi matura... PERCHE' LE PILE SONO MEGLIO DEGLI UOMINI ? -Perché le pile almeno un lato positivo ce l'hanno... IN COSA SI SOMIGLIANO GLI UOMINI E LE LUMACHE? - Entrambi si trascinano, hanno le corna e credono che la casa sia loro!!! PERCHE' UN UOMO NON PUO' AVERE UN BUON CARATTERE ED ESSERE INTELLIGENTE ALLO STESSO TEMPO? -Perché altrimenti sarebbe una donna!!!! COSA DISSE DIO DOPO AVER CREATO L'UOMO? -Posso fare di meglio... PERCHE' SONO NECESSARI MILIONI DI SPERMATOZOI PER FECONDARE UN SOLO OVULO? -Perché gli spermatozoi sono maschi e non si fermerebbero mai chiedere informazioni sulla strada giusta... QUAND'É CHE UN UOMO PERDE IL 90% DELLA SUA INTELLIGENZA ? - uando diventa vedovo! QUAND' É CHE PERDE IL RESTANTE 10% ? -Quando muore il cane...

Leggi le barzellette a tema: donne e uomini
Un uomo va dal dottore con una lunga storia di emicrania. Il dottore scopre che il suo povero paziente ha provato praticamente ogni terapia senza nessun miglioramento. "Ascolta" dice il dottore, "anch'io soffro di emicranie e il consiglio che posso darle non l'ho imparato all'Università, ma dalla mia propria esperienza. Quando ho un attacco di emicrania, vado a casa, mi infilo in un vasca da bagno bella calda, e sto ammollo per un'ora. Poi mia moglie mi passa la spugna con l'acqua più calda possibile intorno alla fronte. Quindi esco dalla vasca, prendo mia moglie e la trascino in camera da letto, e mi sforzo di fare del sesso con lei. Quasi sempre il mal di testa se ne va immediatamente. Ora, provi anche lei e ritorni fra due mesi". Due mesi più tardi il paziente ritorna con un gran sorriso: "Dottore, ho seguito il suo consiglio e realmente funziona; ho avuto emicranie per 17 anni e questa è la prima volta che qualcuno mi ha aiutato !". "Allora" dice il medico "sono contento di averla aiutata". E mentre sta salutando il dottore il paziente aggiunge: "Ah, dottore, mi congratulo con lei: lei ha veramente una casa bellissima!".

Leggi le barzellette a tema: dottore, dottore!
Per 10 anni ho dovuto sopportare le mie zie che ai matrimoni di fratelli e cugini, si avvicinavano con un sorrisetto e dandomi una pacca sulla spalla, mi dicevano: "Allora, sarai tu il prossimo?" Poi ho iniziato a fare lo stesso ai loro funerali ed hanno smesso.

Leggi le barzellette a tema: humor nero
Dopo tanti anni passati rinchiuso al Santa Maria della Pietà, manicomio di Roma, un matto decide che è giunta l'ora di fuggire. Poichè di giorno è sempre controllato, decide di farlo di notte, passando per il tetto e da lì calandosi dalla grondaia. Infatti giunta l'ora tarda della sera, mentre tutti dormono, si alza e va sulla scala che da sul tetto, fatti pochi passi inciampa su una tegola che per l'urto cade al suolo, il rumore attira l'attenzione del guardiano notturno che fa: "Chi va là?". Il matto per non farsi scoprire risponde con un "miaoo, miaaaooo", il guardiano si rassicura, dopo un pò che il matto si è ripreso dallo spavento di essere stato scoperto, riprende a camminare, ma, ahimè dopo poco inciampa e fa cadere un'altra tegola, il guardiano prontamente urla: "Chi va là?". E il matto risponde: "Nun te preoccupà, so er gatto de prima!"

Leggi le barzellette a tema: in manicomio
Un Cinese si presenta allo sportello Anagrafe: - Buongiolno, io volele cambiale nome, volele nome italiano.. - Vediamo, mi dica come si chiama - In mio paese mi chiamale Son Ko Yon.. - Beh, in effetti ......e come vorrebbe chiamarsi invece? - Uomo Glande..

Leggi le barzellette a tema: in ufficio
Un giovane durante una crociera naufraga su di un'isola deserta. Nessun abitante e per cibo solo banane e noci di cocco. Dopo alcuni mesi, mentre è disteso sulla spiaggia, stanco e disperato, vede avvicinarsi una canoa con a bordo una donna bellissima e sensuale. Incredulo il ragazzo le chiede da dove arrivi e come abbia fatto ad arrivare fino a lì. "Vengo da un'isola vicina dove sono naufragata alcuni mesi fa". "Sei stata veramente fortunata a trovare una barca" le dice il ragazzo. E la donna: "Oh questa? L'ho fatta con materiali che ho trovato sull'isola: i remi sono i rami dell'albero della gomma, ho intrecciato la parte inferiore con i rami delle palme, ed i lati e la chiglia li ho fatti da un albero di eucalipto". "Ma è impossibile" balbetta lui "non avevi attrezzi a disposizione". "Oh, quello non era un problema. Sull'isola ho trovato uno strato di roccia ricco di ferro. Ho scoperto che dandogli fuoco e portandolo ad una certa temperatura, si trasforma in duttile ferro forgiabile. Ho usato quello per costruire gli attrezzi, e gli attrezzi per procurarmi il materiale per la barca". Il ragazzo è sbalordito. "Remiamo fino al mio posto" dice la donna. Così, dopo pochi minuti, attraccano ad un piccolo molo, e, con fare da marinaio esperto, la donna lega la barca con una corda di canapa intrecciata, mentre il ragazzo a momenti non cade in acqua dallo stupore. Infatti, oltre al molo, di fronte a lui c'è un sentiero in pietra che porta ad un delizioso bungalow dipinto in blu e bianco. Una volta entrati, la donna dice con malizia: "Non è molto, ma io la chiamo casa. Perchè non ci sediamo e prendiamo un drink?". "Oh no, grazie -risponde stizzito- non ne posso assolutamente più di altro latte di cocco". "Ma non è cocco. Ho un alambicco con cui preparo dei liquori! Cosa ne dici di una pina-colada?". Provando a nascondere il sempre maggiore stupore ed imbarazzo, l'uomo accetta di buon grado. Quindi iniziano a parlare, ed una volta che si sono raccontati le loro storie la donna annuncia provocante: "Vado a mettermi qualcosa di più comodo. Perchè non vai di là a farti una doccia ed a raderti? C'è un rasoio nell'armadietto". Senza fare altre domande, l'uomo si reca nel bagno, dove oltre ad una doccia, trova anche il rasoio, fatto con un manico in osso e un pettine artigianale ma funzionante. "Questa donna è incredibile, meravigliosa. Chissà quale sarà la prossima sorpresa!". Quando ritorna, la donna è stesa sul letto, praticamente nuda e coperta solo di fiori profumati. Lei lo invita a sederle accanto: "Dimmi, siamo stati qui in isole deserte per molto tempo. Tu sei stato solo, io sono stata sola. Sono sicura che c'è qualcosa che vorresti fare adesso, e che non hai potuto fare per tutti questi mesi. Adesso puoi..." ed una luce brilla nei suoi occhi. Il ragazzo non può credere a quello che sta sentendo. Il suo cuore incomincia a battere forte, si sente veramente fortunato: "Vuoi... vuoi dire che... dopo tutto questo tempo... vuoi dire che posso realmente... controllare la mia e-mail da qui ???"

Leggi le barzellette a tema: informatica
In un campo militare della legione straniera, in pieno deserto, arriva un nuovo comandante, che vuole subito farsi un`idea di come è organizzato l`accampamento. Prende allora la prima recluta che gli passa vicino e urla:" Recluta, che cos`è quel capanno là in fondo?". E la recluta: "E` il capanno dove teniamo attrezzi e utensili, per le riparazioni e il piccolo appezzamento di terra da coltivare." "Ok! E cos`è quel fabbricato laggiù?" "Quella è la cucina e la zona mensa". E il comandante, sempre urlando,: "E la sala lavanderia? Dove cavolo è?" "La sala lavanderia è quel fabbricato laggiù, dall`altra parte del campo, signore!"
"Bene, bene" - fa il comandante - "... è cos`è quel piccolo capanno che vedo sulla destra?" La recluta, un po` imbarazzata: "Be`, signore, là teniamo una cammella... vede, siamo comunque uomini, e dopo un po` abbiamo bisogno di fare cose da uomini ..." "Capisco - fa il comandante - non credo che rientri nel regolamento ma chiuderò un occhio...!"
Dopo 3 settimane nel campo, il comandante comincia a sentire lo stesso bisogno di tutte le sue reclute, e allora va dall`addetto alle chiavi. "Recluta, - fa il comandante - mi dia le chiavi del capanno della cammella!!" "Subito, signore!" E gliele consegna ... il comandante ritorna dopo 20 minuti per restituire le chiavi alla recluta che gli chiede "Ma come ? Già qui?" "Be`, sì - fa il comandante - 20 minuti ... mi sembra una cosa normale...!" "Ma, noi per andare con la cammella fino al bordello giù in paese ci mettiamo almeno un`ora!!"

Leggi le barzellette a tema: militari
In un grande magazzino il 24 dicembre una bambina si avvicina a Babbo Natale che la invita a montare sulle sue ginocchia e le domanda: “Buongiorno, mia piccola. Allora dimmi, che cosa vorresti da Babbo Natale?”. La piccola allora lo fissa con due grossi occhioni pieni di disperazione, grosse lacrime cominciano a scendere sulle sue guance: “Vuol dire che non hai ricevuto la mia e-mail?”

Leggi le barzellette a tema: natalizie
Pierino dice al maestro: "Signor Maestro, non vorrei allarmarla..., ma ieri quando il mio papà ha visto la pagella ha detto che se la prossima sarà ancora così brutta qualcuno se ne dovrà pentire amaramente!".

Leggi le barzellette a tema: Pierino
Prodi, camminando lungo la spiaggia, inciampa sulla lampada facendone uscire un Genio. Questi gli dice che per ricompensa è disposto ad esaudire un suo desiderio. Prodi senza esitare dice: "Voglio la pace nel Medio Oriente. Vedi questa mappa? Voglio che questi paesi finiscano di combattersi". Il Genio guarda la mappa ed esclama: "Impossibile, uomo! Questi paesi sono in guerra da migliaia di anni. Io sono bravo, ma non così bravo. Non penso di riuscirci. Esprimi un altro desiderio". Prodi pensa per un minuto e dice: "Vorrei divenire bello, molto bello. Questo è ciò che voglio". Il Genio fa un lungo sospiro e risponde: "Fammi un pò rivedere la mappa, vediamo cosa si può fare..."

Leggi le barzellette a tema: politica
All`ora di Catechismo il prete chiede ai bambini: "Ricordatevi che i bambini buoni dicono le preghiere tutte le sere. Un bambino risponde: - "La mia mamma ed il mio papà dicono sempre le preghiere!" - Il prete si incuriosisce: "E che preghiere dicono?" - "La mia mamma dice: "Dio mio, vengo!", ed il mio papà: "Cristo, aspettami!"

Leggi le barzellette a tema: preti. suore e co.
Una giovane và da un ostetrico per sapere perchè non ha più il ciclo mensile."Lei è gravida- sentenzia il medico. "Allora mi dica per favore quale posizione debbo assumere per partorire" "Più o meno come quando lo ha concepito" "Oh Dio che scomodo modo, avere le gambe fuori dal finestrino della 500..."

Leggi le barzellette a tema: sporche e sporchissime
Un ebreo impara a giocare a golf, e la cosa gli piace così tanto che si allena tutti i giorni. Il sabato però é giorno di preghiera e di riposo per gli ebrei, e lui deve astenersi anche dal giocare a golf. Però non resiste e il sabato mattina presto corre al campo di golf ancora chiuso, scavalca la recinzione e si prepara a dare due tiri veloci veloci prima che arrivi qualcuno. Fatto sta che in cielo c'é San Pietro che vede tutto e riferisce a Dio: "Aoh! Dio, c'é un ebreo che sta a giocare a golf! É Sabato! Non si può giocare a golf! Lo devi punire!". "Vabbene, mò glielo faccio vedere io!". L'ebreo mette a terra la pallina e... tok! con un solo tiro centra la buca a 300 metri di distanza! San Pietro, sbalordito: "Aoh, ma che fai? Quel tipo, ti ho detto, é un ebreo! Sta a giocare a golf di sabato! E tu gli fai far buca al primo colpo?". "Eh, infatti! Mò voglio vedere a chi cazzo lo racconta!".

Leggi le barzellette a tema: sport
All'ultimo momento a Berlusconi viene chiesto di tenere il discorso d'apertura dei giochi olimpici e si prepara per l'appuntamento: "Oooooohhhh.. Ooooooohhh.. Ooooooooohhhh.. Oooooooooohhh. Ooooooohhh" Il suo assistente: "Presidente, quelli sono i cerchi olimpici, non deve leggerli!".

Leggi le barzellette a tema: su Berlusconi
Totti deve cambiare le gomme della sua Porsche. Va dal gommista e gli dice: "Ahò, me dà dé 'e gomme pé 'a machina". Allora il gommista, entusiasta di avere Totti nel suo negozio, tutto eccitato gli offre il meglio che ha: "Che ci montiamo, quelle Pirelli?". E Totti: "Ma che pé i relly, quelle pé 'a strada!".

Leggi le barzellette a tema: su Totti
Una signora è sull'autobus con i suoi cinque o sei figli, che fanno un casino assurdo. La povera donna, che per giunta è incinta, continua a richiamarli, inutilmente, all'ordine: "Francesco, stai un pò fermo! Antonio, non importunare il signore, insomma! Maria, quante volte devo dirti di non rotolarti per terra! Simone, scendi subito da lì!!!" e così via. Un signore, impietosito, le dice: "Dev'essere davvero pesante avere tutti questi figli così scalmanati!". "Ah, non me ne parli...". "E vedo che ne aspetta un altro: speriamo che quello sia più calmo!". "Questo??? Per carità!!! Mi ruba sempre la saponetta quando faccio il bidè!!"

Leggi le barzellette a tema: varie
smile violinista

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.