La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

Aforismi e citazioni celebri

Perché le vaccate non le scrivo solo io

«Ospedali e galere e puttane: ecco le università della vita. Ho preso diverse lauree. Chiamatemi dottore.»
Charles Bukowski

«Agirò come l'America meglio agisce... unilateralmente!»
Homer Simpson

«Mi diverto e mi pagano pure. È una pacchia.»
Gigi Proietti

«Mio padre mi diceva sempre: "Rocco, tu vai fino alle Medie, poi da lì chiedi".»
Rocco Barbaro

«Non ho fiducia in me stesso. Tutte le volte che una ragazza mi dice di sì, le chiedo di pensarci bene.»
Rodney Dangerfield

«A teatro ho visto una commedia talmente brutta che da una poltrona si è alzato un signore che ha gridato: "C'è un attore in sala?".»
Milton Berle

«Ringraziamo Iddio, noi attori, che abbiamo il privilegio di poter continuare i nostri giochi d'infanzia fino alla morte, che nel teatro si replica tutte le sere.»
Gigi Proietti

«Bevo solo in due occasioni: quando sono solo e quando sono in compagnia.»
Boris Makaresko

«La gente fa così, è cattiva con quelli che perdono.»
Alessandro Baricco

«La stella marina quando è incinta ha una punta in più.»
Gene Gnocchi

«Se il dio egizio si fosse fatto la piramide di eternit, col cavolo che gli profanavano al tomba!»
Antonio Albanese

«Oggi gli apostoli sono rari, sono tutti padreterni.»
Alphonse Karr

«Lo svantaggio di vincere il Nobel è la figuraccia che fai quando poi perdi a Trivial Pursuit.»
Daniele Luttazzi

«Ho comperato dell’acqua in polvere, ma non so che cosa aggiungerci.»
Steven Wright

«Aveva con sé l'inattaccabile quiete degli uomini che si sentono al loro posto.»
Alessandro Baricco

«Io credo in Dio. Il problema è che credo a tutti.»
Alfredo Accatino

«Mi piacciono le donne con la testa sulle spalle. Odio i colli.»
Steve Martin

«Io scrivo dalle 700 alle 1.200 poesie al giorno... che certe volte non ho neanche il tempo per leggerle...»
Nino Frassica

«Ho corso per tre chilometri oggi. Alla fine ho detto: "Signora prenda la sua borsetta!".»
Emo Philips

«Personalmente non avevo molto da perdere, né io né il mio cazzo di media misura.»
Charles Bukowski

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.