La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

Woody Allen

Testo umoristico: grandi comici

Che cosa non mi piace della morte? Forse l'ora. 

L'uomo consiste di due parti, la sua mente e il suo corpo. Solo che il corpo si diverte di più. 

Ci sono cose peggiori della morte. Se hai passato una serata con un assicuratore, sai esattamente di cosa parlo. 

Dopo 15 minuti avevo capito di amarla per l'eternità, e dopo mezz'ora avevo completamente rinunciato all'idea di rubarle la borsetta. 

Ero solito portare una pallottola nel taschino, all'altezza del cuore. Un giorno un tizio mi tirò addosso una Bibbia, ma la pallottola mi salvò la vita. 

Fino all'anno scorso avevo un solo difetto: ero presuntuoso. 

Non credo in una vita ultraterrena comunque porto sempre con me la biancheria di ricambio. 

Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto. 

Ho un rapporto catastrofico con la tecnologia: se passo sotto ad un lampadario a gocce, si mette a piovere. 

I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci. 

Penso che far ridere non sia la prima scelta di chiunque. 

I miei problemi sono iniziati con la prima educazione. Andavo in una scuola per insegnanti disagiati. 

Si vive una sola volta. E qualcuno neppure una. 

I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale. 

Il ballo è una manifestazione verticale di un desiderio orizzontale. 

Il leone e il vitello giaceranno insieme, ma il vitello non dormirà molto. 

Il mio dottore dice che facendo le scale a piedi si guadagnano minuti di vita. Rampa dopo rampa ho guadagnato due settimane, durante le quali pioverà sempre... 

Il mio primo film era così brutto, che in sette Stati americani aveva sostituito la pena di morte. 

Il mondo si divide in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio ma i cattivi, da svegli, si divertono molto di più. 

Il sesso senza amore è un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote è una delle migliori. 

Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli. 

Non mi interessa l'immortalità attraverso l'arte: io non voglio morire. 

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. 

In quel periodo uscivo con una ragazza e dovevamo sposarci, ma c'era un conflitto religioso. Lei era atea e io agnostico. Non sapevamo senza quale religione educare i figli. 

Sono sbalordito dalla gente che vuole conoscere l'universo, quando è già abbastanza difficile non perdersi nel quartiere cinese. 

La psicanalisi è un mito tenuto vivo dall'industria dei divani. 

Lo psichiatra è un tizio che vi fa un sacco di domande costose che vostra moglie vi fa gratis.
Torna all'elenco dei testi demenziali
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.