La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

Favole: come è andata a finire

Testo umoristico: vari

Come sono andate a finire veramente le favole che conosciamo da una vita? Cosa successe dopo il "e vissero tutti felici e contenti"? Ecco la risposta, favola per favola.

Cenerentola

Dopo il litigio col principe a causa dell'acquisto dell'ennesimo paio di scarpe, ottenne il divorzio e con i soldi del mantenimento mise su una ditta di pulizie.
Le due sorellastre, causa una legge promossa dalla senatrice Lina Merlin, rimasero presto senza lavoro.
Del principe e del suo fido scudiero sono tuttora conosciute le epiche battaglie sostenute presso tutti i locali gay del regno.
La fata madrina, dopo un servizio di Striscia la Notizia, é stata denunciata per truffa e abuso della credulitá popolare.

Cappuccetto rosso

Dopo una relazione clandestina cacciatore che si concluse col divorzio di questi, la piccola rimase comunque in contatto con gli amici dell'arci-caccia, ed a sedici anni s'era giá guadagnata il soprannome di "Pania".
Qualche anno piú tardi fu arrestata dalla forestale per essere stata presa a spargere bocconi avvelenati per i lupi nel parco naturale della Majella.
Raccontando al processo la storia capitatale nel bosco tempo prima fu assolta per "incapacitá di intendere e volere".
Della nonna, si occupa tuttora una badante rumena.

Biancaneve

Biancaneve e il Principe azzurro sono passati alla storia per essere stati i primi nobili a frequentare locali scambisti.
Rilevati i diritti sulla miniera mediante leggi ad hoc emanate dal principe (su suggerimento del suo stalliere) ha allontanato i nani sostituendoli con lavoratori al nero ai quali non é mai stato rilasciato regolare permesso di soggiorno nel regno.
I nani, allontanati dal posto di lavoro in quanto parzialmente disabili (le leggi del regno lo permettono) trovarono lavoro presso una miniera di carbone a Marcinelle, in Belgio.
Dal 1956 non se ne hanno più notizie.

Il pifferaio magico

Pochi chilometri fuori dalla cittá fu arrestato con l'accusa di pedofilia e i bambini rispediti a casa.
Non é mai stato processato perché deceduto pochi giorni dopo l'arresto per un non meglio precisato "incidente" nelle segrete del castello.
Il capitano delle guardie, inizialmente sospettato di aver usato maniere violente col prigioniero, é stato scagionato da ogni accusa e mandato in crociata.

Il gatto con gli stivali

Uscito di casa senza stivali, solo per comprare le sigarette, non s'era reso conto di essere, in quelle condizioni, un comune felino.
E' morto sbranato da un dobermann.

La cicala e la formica

La formica fu prima messa in cassaintegrazione e poi licenziata per esubero di personale a seguito del ridimensionamento del formicaio.
Dopo due giorni che vagava senza meta é stata bruciata da un bambino con una lente di ingrandimento.
La cicala é invece una famosa popstar, vive in un attico in pineta e arrotonda i giá lauti introiti partecipando ad alcuni reality televisivi.

Hansel e Gretel

Terminate le ricchezze portate via alla strega i due ragazzi, ormai cresciuti, partirono per seguire una propria strada.
In realtá non se ne sa molto, se non che Gretel, trasferitasi a Berlino per studiare, aveva trovato alloggio presso una certa Cristiana F. Ricoverata per overdose é in cura presso un centro tedesco per recupero tossicodipendenti.
Hansel invece é stato scoperto essere il "serial killer delle pasticcere", cosí come lo hanno soprannominato i giornali a seguito dell'uccisione di anziane signore dedite a questo mestiere!
La polizia tedesca lo ha arrestato dopo lunghe indagini.
In un primo interrogatorio ha dichiarato di "aver eliminato alcune streghe".
E' tuttora rinchiuso nel manicomio criminale di Stoccarda.

Torna all'elenco dei testi demenziali
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.