La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

I bergamaschi nelle sacre scritture

Barzelletta di genere: preti. suore e co.


Un prete meriodionale viene mandato dal vescovo in una piccola parrocchia del bergamasco. La prima domenica alla messa la chiesa è quasi vuota e il prete, che prova una certa antipatia per i bergamaschi, legge il brano della Bibbia in cui si parla di Caino e Abele. Durante la predica egli dice:"FRATELLI, DEGLI STUDI FATTI RECENTEMENTE DA ESPERTI, HANNO DIMOSTRARTO CHE CAINO AVEVA IN REALTA' DELLE ORIGINI BERGAMASCHE" I pochi presenti escono indignati e la domenica successiva la chiesa è gremita di gente. La lettura questa volta è quella del massacro degli innocenti e ancora una volta durante la predica il prete: "FRATELLI, DEGLI STUDI FATTI RECENTEMENTE DA ESPERTI, HANNO DIMOSTRARTO CHE RE ERODE AVEVA IN REALTA' DELLE ORIGINI BERGAMASCHE" Ancora una volta i fedeli escono e vanno dal vescovo che chiede al prete di essere meno duro con i bergamaschi e di non dire delle menzogne che possono dare loro fastidio. Così la domenica successiva il prete durante la predica relativa al brano dell'ultima cena esordisce così:"I 12 apostoli , venuti a conoscenza del fatto che uno di loro avrebbe tradito Gesù, vollero sapere chi di essi sarebbe stato a commettere questo terribile atto. Pietro disse:"Non sarò mica io Signore?!?" e Gesù :"No Pietro, tu sarai la pietra della mia chiesa e non mi tradirai". Dopo Pietro , Tommaso:"Signore non sarò io!?!" e Gesù :"No Tommaso, non sarai nemmeno tu" A ruota tutti gli apostoli fanno la stessa domanda, l'ultimo è Giuda e tutti si girano verso di lui. Un po' imbarazzato egli si rivolge a Gesù e dice:"POTA SIGNUR, SARO' MIA ME!!!"

Torna all'elenco di barzellette a tema "preti. suore e co."
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.