La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

Barzellette e battute: a scuola

Anche le pecore, nel loro pascolo, ridono rotolandosi nell'erba

L'alunno in ritardo
Un alunno arriva in ritardo... Bussa alla porta della sua aula... Il prof già incavolato: "Avanti!" E l'alunno: "Buongiorno prof, scusi per il ritardo... posso entrare?" molto servile. "Si dai vieni... però che sia l'ultima volta...". Vede che il ragazzo è affannato e cli chiede: "Ma... toglimi una curiosità: come mai sei arrivato così tardi?" E l'alunno: "Sa com'è... ho sbagliato a prendere l'autobus..." E il prof: "Ah capisco... ". Poi ragionando "Ma??!?! Com'è possibile? Non abiti qui davanti a 50 metri?". "Eh appunto: non dovevo prenderlo".

Gelato e uccelli
La maestra chiede a Gianni: "Ci sono cinque uccelli appollaiati su un ramo. Se spari ad uno degli uccelli, quanti ne rimangono?" Il bambino risponde: "Nessuno, perché con il rumore dello sparo voleranno via tutti". La maestra "Beh, la risposta giusta era 'quattro', ma mi piace come ragioni".
Allora Gianni dice "Posso farle io una domanda adesso? La maestra "Va bene" Ci sono tre donne sedute su una panchina che mangiano il gelato. Una lo lecca delicatamente ai lati; la seconda lo ingoia tutto fino al cono, mentre la terza dà piccoli morsi in cima al gelato. Quale delle tre è sposata?" L'insegnante arrossisce e risponde "Suppongo la seconda... quella che ingoia il gelato fino al cono" E Gianni "Beh, la risposta corretta era 'quella che porta la fede', ma mi piace come ragioni"!!!

Senza tetto e famiglia
Un pover'uomo senza casa era solito sostare all'entrata di una chiesa chiedendo l'elemosina ai fedeli che partecipavano alle varie funzioni religiose. Un uomo che partecipava alla messa tutti i giorni era solito lasciare due euro al povero fratello che sostava costantemente all'ingresso. La cosa andò avanti per circa un anno, dopo di che l'offerta del brav'uomo passò da due a un euro e dopo un paio d'anni da un euro a 50 centesimi. Il pover'uomo che chiedeva l'elelmosina rimase molto deluso dell'accaduto e chiese spigazioni al suo abituale benefattore:"Mi scusi...come mai la sua offerta qualche anno fa era di due euro e ora è soltanto di 50 centesimi al giorno?".
"Beh sai" rispose il benefattore "l'anno scorso mi sono sposato e sono stato costretto a darti 1 euro anzichè due, poi poco tempo fa ho avuto un bambino e così posso solo darti 50 centesimi di offerta!"
Il barbone un pò irritato allora esclamò: "E che cavolo non dovrò mica mantenere io la tua famiglia!!"
Segnalata da: Pittelli

Non voglio andare a scuola!
"Questa mattina non voglio andare a scuola. No, non ci voglio prorio andare. Ho detto che non ci vado e non ci andrò"
"Invece si che ci vai. Ci sono due buone ragioni per cui ci devi andare. La prima è che hai 45 anni. La seconda è che sei il direttore!"
Segnalata da: naruto

Dio disse...
Dio disse "cielo" e cielo fu... Dio disse "terra" e terra fu... Dio disse "mare" e mare fu... Dio disse "kung" e kung-fu.
Segnalata da: emerson

La professoressa di chimica
La professoressa di chimica dopo le vacanze di Natale: - Con gli "ioni" vi ho lasciato... e cogli-ioni vi ritrovo!

Tali figli!
- Mamma, mamma... i miei compagni mi chiamano mafioso!!!
La mamma comprensiva: - Domani vado a parlarne con la preside.
Il bimbo: - Sì, ma fallo sembrare un incidente...

Lo gnomo
Un tizio ha un problema: tutte le volte che si addormenta sogna uno gnomo che gli dice: "E fai pipì! E fai pipì!...". E allora lui Psssssss... si piscia sotto a letto.
Un giorno va dal dottore e gli dice: "Dottore, tutte le volte sogno uno gnomo che mi incita a pisciare, e io me la faccio sotto...". E il dottore: "E lei gli dica NO, con sicurezza!".
Quella notte, di nuovo lo gnomo: "E fai pipì!", e lui "NO!", e lo gnomo "E fai pipiiiì!", e lui "NOO!!", e lo gnomo "E fai la pipiiiii!!" e lui "NOOOOO!!!", e lo gnomo: "E allora vai a cagare!".
Segnalata da: Piskuigirl

Al buio
- Papà, tu sei capace di scrivere al buio?
- Forse si, perchè?
- Ecco... allora mi firmeresti la pagella?
Segnalata da: alessandra

Le frazioni
Il maestro ha appena finito di spiegare le frazioni e domanda alla classe: "Dunque, tagliando una bistecca in due e poi ogli metà ancora in due, che cosa otteniamo?" E dall'aula si leva un coretto di voci: "Quattro quarti"
"Bravi. E poi?"
"Otto ottavi"
"Bravi. E poi?"
"Sedici sediciesimi"
"Bravissimi e poi?"
Uno dei bambini risponde: "Della carne trita, signor maestro!"
Segnalata da: Patty

Mario Monti (alias MariE Monti)
Mario (MariE) Monti è in visita in una scuola elementare. Chiede agli studenti se qualcuno è in grado di fargli un esempio di "tragedia". Un ragazzino alza la mano e dice: "Una tragedia è quando il mio miglior amico esce di casa e finisce sotto una macchina morendo". Ma Monti lo interrompe: "No, questo sarebbe un incidente".
Una bambina alza la mano: "Una tragedia è quando l'autobus della scuola con 50 bambini cade in un burrone e muoiono tutti". Ma Monti contesta: "Mi dispiace, questo è quello che noi chiamiamo una `Grande Perdita'".
Tutti tacciono finchè Pierino alza la mano e dice: "Se il suo aereo mentre ritorna a Roma precipita per lo scoppio di una bomba, questa sarebbe una vera tragedia". E Monti: "Perfetto, meraviglioso! E mi sai dire perché questa sarebbe una tragedia?".
E Pierino: "Certo! Perché ciò non sarebbe un incidente e non sarebbe neppure una gran perdita!".
Segnalata da: Piskuigirl

Scrivere in piccolo
La maestra a Carletto: "Ma insomma! Tu mi devi spiegare perchè continui a scrivere con una calligrafia così minuscola!"
"Scrivo così piccolo nella speranza che gli errori si vedano meno!"
Segnalata da: zak

In piedi da solo
Il maestro è disperato perché i ragazzi sono indisciplinati. "Ora basta" dice "Pensavo di insegnare a ragazzi intelligenti, con cui si può ragionare, ma mi sbagliavo. Se c'è qualche sciocco in questa classe, è ora che si alzi subito in piedi!"
Nessuno si muove. Dopo qualche minuto, uno dei ragazzi si alza. "Perchè ti sei alzato?" chiede il maestro. "Mi dispiaceva vederla lì in piedi da solo!".
Segnalata da: zak

Sapeva troppo
Un bambino siciliano torna a casa con la pagella e la fa vedere alla mamma. E lei: "Italiano 10 bravo, geografia 10 bravo, storia 10 bravo, matematica 10 bravissimo, tutti 10 sei un figlio prodigio bravissimo. Vai da tuo padre che sara' contentissimo nel vedere la pagella."
Il bambino va dal padre e gli mostra la pagella e lui: "Italiano 10, geografia 10, storia 10, matematica 10, tutti 10". Il padre prende la pistola e gli spara. La madre: "Al figlio mio gli sparasti... perche' lo facisti??? ". E lui: "Troppo sapeva... ".
Segnalata da: zak

Mancanza di forza scolastica
La maestra ha finito di dettare i compiti per casa. Specifica ripetutamente quanto siano importanti e debbano essere consegnati la mattina dopo, inderogabilmente... Non saranno accettate scuse e giustificazioni.
Un ragazzo che vuole fare il fighetto si alza e chiede: "E' possibile essere giustificati a causa di mancanza totale di forze dovuta a continuativo rapporto sessuale?".
La classe esplode in risate e quando il tumulto si seda la professoressa risponde: "Beh, non credo, in ogni caso dovrai adattarti a scrivere con l'altra mano...".
Segnalata da: zak

Biglie d'acciaio
Mentre la maestra spiega la lezione ad un ragazzo cade per terra un sacchetto di biglie d'acciaio. La maestra arrabbiatissima: "Chi ha le palline d'acciaio?". La classe in coro: "Superman".
Segnalata da: zak

Boh, non lo so
Durante una lezione, il professore fa una domanda ad un alunno: "Sai qual è la risposta più pronunciata dai ragazzi?"
L'alunno: "Boh... non lo so!"
E il professore: "Esatto!"
Segnalata da: zak

E' passato il cane
Un uomo lascia il cane libero, ma lo perde nei pressi dell'Università. Lo cerca dappertutto, ma niente, non lo trova. Allora entra in Università durante gli esami e chiede "Scusi, è passato il mio cane?". E un ragazzo al suo amico: "Visto, te l'avevo detto che questo esame è una cazzata".
Segnalata da: Eileen

Voltare le spalle
Una ricercatrice sta lavorando nel suo laboratorio all'Università quando le cade qualcosa e si china per prenderla. Mentre è piegata in avanti il Direttore le arriva lesto lesto dietro, le solleva la gonna, le tira giù gli slip e glielo infila dentro. Lei, tutta arrabbiata, fa per alzarsi e girandosi grida: "Ma chi cavolo è che... oh, mi scusi, se le volto le spalle!".
Segnalata da: Eileen

Addio, Troia fumante
Esame di letteratura latina. Si presenta al vecchio professore una tipa ossigenata, in minigonna e scollatura vertiginosa, con trucco più che pesante e con in bocca una sigaretta accesa.
Il prof. la guarda impassibile, quindi chiede: "Signorina, mi dica, che cosa disse Enea lasciando la sua città in fiamme?".
E la tipa, languidamente: "Mah non saprei...".
E il prof., porgendole il libretto: "Addio, Troia fumante!".
Segnalata da: Eileen

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.