La Pecora Sclera Ogni gregge ha il suo leader

Barzellette e battute: tutte

Anche le pecore, nel loro pascolo, ridono rotolandosi nell'erba

Hai bevuto il mio drink
Un giovane e' seduto al bar, fissando la sua bevanda. Non si muove per mezz'ora. Cosi', un grosso camionista che lo osserva, gli si avvicina e si beve il suo drink. Il povero giovane si mette a piangere. Il camionista gli dice: "Su dai, era uno scherzo, ti pago un altro di quello che bevevi. Non posso vedere un uomo piangere". "No, non e' per questo che piango. E' che oggi e' il peggior giorno della mia vita: Mi sono svegliato tardi e sono arrivato in ritardo ad un importante impegno di lavoro. Il mio capo si e' incazzato e mi ha licenziato. Quando sono tornato alla macchina ho scoperto che me l'avevano rubata e la polizia mi ha detto che non poteva farci nulla. Cosi' ho preso un taxi per tornare a casa, e dopo averlo pagato e dopo che il taxi se ne e' andato, mi sono accorto di aver dimenticato il portafoglio sul mezzo. Sono cosi' entrato in casa e ho trovato mia moglie che scopava con il giardiniere. Ho lasciato casa depresso per venire a questo bar. E ora che pensavo di suicidarmi, TU mi hai bevuto il veleno..."
Segnalata da: Piskuigirl

Perdere la vita
Un professore universitario decide di fare una gita in barca con un marinaio. Dopo un po' il letterato dice al marinaio: "Lei ha mai letto i Promessi sposi?". Il barcaiolo risponde: "No... sa io sono povero e ho sempre dovuto remare". Il letterato risponde: "Lei ha perso meta' della sua vita!". Dopo un po' il letterato chiede: "Ha mai letto i Sepolcri?". Il barcaiolo risponde: "Io dovevo pescare e non avevo tempo!". Il letterato risponde: "Lei ha perso meta' della sua vita!". Dopo un po' il cielo diventa nuvoloso e si alza un forte vento che rovescia la barca. Il marinaio chiede al letterato: "Lei sa nuotare?". Il letterato risponde: "No! Io dovevo leggere!". Il barcaiolo ribadisce: "Lei ha perso tutta la sua vita!!"
Segnalata da: Piskuigirl

Indovina chi portiamo a cena
Due cannibali, padre e figlio, stanno camminando per le strade del borgo turistico della loro isola in cerca del pranzo. - Papa', papa'... Guarda quella donna la'... e' cosi' bella cicciotta... sara' si e no 90 Kg! E il padre: - Ma sei scemo? Tutto quel grasso, poi chi ce lo leva il colesterolo? No, no, andiamo avanti che troveremo qualche cosa di meglio. Dopo un po'... - Papa', papa', guarda quella la'... cosi' alta e snella. E il padre: - Ma sei scemo? Tutte ossa. E poi la pelle fa male. Passano le due... e il cibo ancora non si vede. Finalmente... - Papa', papa', guarda quella la': tutte curve, bionda, con due occhietti blu... guarda che gambe ... slurp slurp ... E il padre: - Ma sei scemo? Quella la portiamo a casa e ci mangiamo la mamma!
Segnalata da: Piskuigirl

Vuoti
Un vampiro con alcuni cadaveri in spalla bussa ad un obitorio. Da dentro chiedono: "Cosa volete?". E il vampiro: "Ho portato indietro i vuoti!"
Segnalata da: Piskuigirl

Te per vampiri
Alcuni vampiri stanno bevendo un drink al loro bar. Entra Dracula e chiede al barista: "Una tazza di acqua bollente". Il barista e gli altri vampiri lo guardano male. Allora lui tira fuori un assorbente usato e dice: "Non si puo' neanche prendere un the?"
Segnalata da: Piskuigirl

Estinzione
Corre l'anno 2032. Un padre ed un figlio passeggiano per le strade di New York; giunti nella parte sud di Manhattan il piccolo, guardando il padre, domanda: "Papà , cos'erano le Twin Towers?". Il padre allora risponde: "Le Twin Towers erano due grandi edifici che gli arabi hanno distrutto trent'anni fa". Il bimbo ci pensa un attimo su e poi chiede ancora: "Papà, cos'erano gli arabi?".
Segnalata da: Piskuigirl

Lei non voleva
Due amici si incontrano al solito bar. Uno è elegantissimo tutto in nero ma con il vestito strappato e sporco. L'altro gli chiede: "Come sei elegante ma dove sei stato?" lui: "Sono stato a seppellire mia suocera" l'altro: "Ma come mai hai il vestito sporco e rovinato?" lui: "Sai.. lei non voleva"

In viaggio sull'oceano
Su un aereo in volo sull'atlantico si accende l'altoparlante: "Plin plon! Qui e' il comandante che parla. Stiamo sorvolando l'oceano a 20.000 piedi. Il tempo e' brutto e minaccia ghiaccio sulle ali. Se vorrete osservare gli oblo' di destra noterete l'alettone incrostato che a momenti si stacca. Se vorrete osservare gli oblo' di sinistra vedrete il motore esterno che fuma e quello interno in fiamme. Se infine avrete la bonta' di guardare in basso, vedrete un puntolino arancione in mezzo all'oceano. Quello e' il canotto del vostro comandante, che vi saluta e vi augura tanta, ma tanta fortuna.

Un centone, due centoni
Il figlio va dal padre: "Pà, mi daresti un centone?" "Vabbè anche se...". I giorni dopo stessa scena finché: "Pà, mi daresti due centoni?" E il padre: "Figliolo, hai le mani bucate!" E lui: "Le mani? Vedessi le braccia..."

In un bosco del New Jersey
Due cacciatori si trovano in un bosco del New Jersey. Improvvisamente uno dei due crolla a terra. Sembra che non respiri più e i suoi occhi sono assenti. L’amico chiama immediatamente i soccorsi al telefono. Urla: «Il mio amico è morto! È morto! Cosa posso fare?». «Cerchi di calmarsi, la prego – gli risponde l’operatore – Innanzitutto si assicuri che sia realmente morto». Un attimo di silenzio, poi si sente un colpo di fucile. «Ok. E adesso?»

Frankenstein!
Frankenstein per qualche strano motivo si ritrova a gironzolare di notte per le strade della città vecchia di Bari terrorizzando tutte le persone gridando "FRANKENSTEIN!!!" Ad un certo punto una vecchietta esce dalla porta di casa sua e guarda arrabbiata il mostro negli occhi. Allora il mostro ripete anche a lei: "FRANKENSTEIN!" E la vecchia: - No, Franc nun stein ye sciut alla partit! (in dialetto barese: "No, Franco non c'è, è andato alla partita!")

Milano Malpensa
All'aeroporto di Milano Malpensa, in una lunga fila di check-in di un volo Milano - New York, durante l'attesa, un passeggero nota una persona, con uniforme da pilota e con il tipico bastone bianco usato dai non-vedenti, che entra nella cabina di pilotaggio. Piuttosto stupito, il passeggero si guarda intorno, quando vede un altro pilota, apparentemente cieco, salire a bordo.Preoccupato, si dirige verso un’hostess della compagnia aerea e domanda: Scusi signorina, ma chi sono quei due ciechi vestiti da piloti? L’hostess lo tranquillizza assicurandogli che, seppure ciechi, si tratta dei due più grandi piloti italiani che esistono, e che con le moderne tecnologie a disposizione, anche un cieco può pilotare un aereo. La notizia si sparge rapidamente tra gli altri passeggeri, i quali, preoccupatissimi, si imbarcano. L'aereo si allinea e comincia la lunga corsa per il decollo, ma dopo svariati chilometri l'aereo non si alza e continua ad accelerare. La pista sta quasi terminando ed i passeggeri, in preda al panico, cominciano a gridare sempre più forte, quando, ad un metro dalla fine della pista, il velivolo finalmente si alza da terra. I passeggeri tirano un sospiro di sollievo e, nella cabina di pilotaggio,il pilota commenta con il copilota: "Il giorno che non strillano so' cazzi..."

Tassista fuori strada
Un passeggero nel taxi tocca la spalla del tassista per chiedergli qualcosa. Il tassista caccia un grido strepitoso, perde il controllo della vettura, manca di poco un pullman, va a sbattere su un marciapiede e si ferma a pochi centimetri da una vetrina. Dopo un paio di secondi di silenzio totale, il tassista esclama: "La prego, non lo faccia mai piu'! Mi ha spaventato a morte!" Il passeggero si scusa e dice: "Non credevo di spaventarla cosi'..solamente toccandole la spalla..." "Vabbe', non e' proprio colpa sua..." dice il tassista "Ma oggi e' il mio primo giorno di lavoro come tassista, sa... negli ultimi 25 anni ho guidato un carro funebre!

5 passi dietro al marito
Barbara Walters, famosa giornalista televisiva americana, ha condotto uno studio sui ruoli maschili e femminili a Kabul in Afghanistan, alcuni anni prima del conflitto afgano. E' risultato che le donne, per tradizione, camminano 5 passi dietro al marito. Recentemente è tornata a Kabul e ha osservato che le donne continuano a camminare dietro ai loro mariti. Il regime dei talebani ha fatto sì che camminino adesso ancora più distanziate dai loro uomini, ma quello che lascia perplessi è che le donne sembrano felici di mantenere la vecchia tradizione. La signora Walters ha allora avvicinato una delle donne afgane e le ha domandato: "Come mai sembrate felici di questa vecchia tradizione che una volta avete cercato con tanta determinazione di cambiare?" "Le mine", rispose l'interpellata senza esitazione.

Come lo seppelliremo?
Muore un grande cardiologo ed al suo funerale partecipano molti dei suoi colleghi, che per ricordare le sue magnifiche doti di cardiologo gli hanno fatto una bara a forma di cuore. Uno dei medici ridacchia ed un altro lo ammonisce. Il primo: "Scusa, stavo pensando a quando morirà l'andrologo."
Segnalata da: 2001

L'esame del CEPU
Totti e Cassano sono all'esame del CEPU. finito l'esame, Cassano chiede a Totti: "che c'hai scritto tu?" Totti: "Nulla!" Cassano: "Oh, porca vacca, e mo' pensano che c'abbiamo copiato!"
Segnalata da: Auro

Cepu
Del Piero e Totti si trovano nel corridoio dell'Istituto CEPU per l'intervallo . Totti: "Ciao Alex come stai, te vedo un pò triste stamatina." Del Piero: "Eh si, ho preso un brutto voto in scienze, porca troia!!" Totti : "Perchè, che hai sbagliato?" Del Piero : "Una domanda facile, ma sai quando sei li davanti al prof ti viene la cagarella. Mi ha chiesto il nome di VOLTA ed io non ho saputo rispondere, cazzo!!" Totti : "Ma dai, lo so io che non studio mai, e' 'mpossibile canna' na domanda der genere!" Del Piero : "Davvero tu sai come si chiamava il signor VOLTA?" Totti : "Minchia se o so, GIONTRA!!"

Intervista
"Nome?" "Francesco."
"Cognome?" "Totti"
"Nato?" "Sì"

Il puzzle
Totti cerca di finire un puzzle. Ci mette quasi quattro mesi. Poi gira la scatola e legge: "dai due ai tre anni". Commenta: "Ahò, ma allora sò un genio!!!".

Call center
Totti chiama un Call Center: "Senta, vorrei prenotà 'na telefonata...". L'operatrice: "Bene, deve comporre il numero 10 sulla tastiera". Totti dopo un attimo di pausa: "E come faccio? I tasti sur telefono mio arrivano a 9!!!".

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.